La Volkswagen inizierà a dotare i suoi modelli della tecnologia pWLAN a partire dal 2019

Lo scambio d’informazioni tra veicoli diversi e tra questi e le infrastrutture circostanti è un altro passo importante verso l’automobile connessa e l’obiettivo di ridurre gli incidenti stradali e le loro conseguenze.

Pertanto, dal 2019 la Volkswagen inizierà a offrire di serie sui suoi modelli la tecnologia pWLAN, un metodo di comunicazione aggiuntivo per lo scambio di informazioni rilevanti sul traffico tra le auto (car-to-car) – anche di Costruttori diversi – e tra i veicoli e le infrastrutture dei trasporti (car-to-X). Questa tecnologia permetterà di condividere, in maniera ancora più veloce che in passato, informazioni relative allo stato del traffico, a incidenti e ad altre situazioni che influiscono sul flusso stradale in un raggio di circa 500 metri.

La tecnologia utilizzata dalla Volkswagen è basata sullo standard IEEE 802.11p (pWLAN), che l’industria dell’auto ha adottato a livello internazionale per le comunicazioni dirette tra veicoli e tra questi e le infrastrutture.

Tramite questa tecnologia sviluppata appositamente per le applicazioni automobilistiche, si possono condividere in pochi millisecondi informazioni sul traffico circostante, oltre ad avvisi e rilevamenti, rendendo virtualmente possibile “vedere dietro l’angolo”.

La natura locale di questo scambio di dati, inoltre, esclude la necessità di memorie per salvare le informazioni o di costi di comunicazione, giacché questa tecnologia non ha bisogno della rete telefonica.



Inserisci la tua email

e ricevi in anteprima le promozioni, attività ed eventi di Rubeca Motori.