#TheLastMile
Il Maggiolino esce di produzione

 pubblicato il10/01/2020 12:55:30 sezione Blog

Dopo 21 milioni di esemplari costruiti dal 1938, il mitico Maggiolino è uscito definitivamente di produzione.
L’ultimo esemplare della terza generazione è stato prodotto, lo scorso luglio, nella fabbrica messicana di Puebla.

Nata da un progetto dei primi anni 30 il suo primo compito è stato quello di rendere un'oggetto d'élité come era allora l'automobile, un mezzo alla portata di tutti. Ed è proprio da questo progetto che sarebbe poi nata la Volkswagen, letteralmente, "L'auto del popolo".

IL “BOOM” DOPO LA GUERRA
La Volkswagen Maggiolino entrò in produzione nel maggio 1936, dotata di un motore 1.0 da 25 CV di potenza, montato nella parte posteriore dell'auto.
La produzione della Volkswagen Maggiolino subì una battuta d'arresto in concomitanza con la Seconda Guerra Mondiale, ma a confitto concluso le vendite decollarono (complice la ripresa economica della Germania) e nel
1972 gli esemplari realizzati erano già 15 milioni, più della Ford Model T, che fino a quel momento era l'auto più venduta della storia.
Nel corso degli anni la Volkswagen Maggiolino è stata realizzata in molte varianti (fra cui la nota Cabriolet) e aggiornata diverse volte, a partire dal motore, che nel 1954 venne potenziato a 36 CV. Dal suo telaio è derivato anche il furgoncino noto come Volkswagen Bulli.

L'icona di casa Volkswagen ha segnato l'inizio di un'era poi ampliata con l'avvento di Golf. Oggi, Volkswagen e tutta la Rubeca Motori, inaugurano una nuova era con l'avvento delle motorizzazioni elettriche.

A breve sarà presentato il primo esemplare, la ID.3. Resta in contatto per scoprire tutte le novità.

SCOPRI LA GAMMA ELETTRICA



Inserisci la tua email

e ricevi in anteprima le promozioni, attività ed eventi di Rubeca Motori.